Skip to main content

Aiuti di Stato

Obblighi informativi per le erogazioni pubbliche: gli aiuti di Stato e gli aiuti de minimis ricevuti dalla D.A.F.N.E. Soc. Coop. Impresa Sociale (partita iva: 03463700108) sono contenuti nel Registro nazionale degli aiuti di Stato di cui all’art. 52 della L. 234/2012 a cui si rinvia e consultabili al seguente link: https://www.rna.gov.it/RegistroNazionaleTrasparenza/faces/pages/TrasparenzaAiuto.jspx?_afrRedirect=3634248952139191

 

In particolare:

 

Informazioni ex art. 1, comma 125, della legge 4 agosto 2017 n. 124

 

Per il 2018:

 

Informazioni ex art. 1, comma 125, della legge 4 agosto 2017 n. 124

In relazione al disposto di cui all’art. 1, comma 125, della legge 124/2017, in merito all’obbligo di dare evidenza in nota integrativa delle somme di denaro eventualmente ricevute nell’esercizio a titolo di sovvenzioni, contributi, incarichi retribuiti e comunque vantaggi economici di qualunque genere dalle pubbliche amministrazioni e dai soggetti di cui al comma 125 del medesimo articolo, la Società attesta che figurano a bilancio € 85.932 di contributi in c/esercizio relativi al progetto Smartic, progetto finanziato dall’Unione Europea. Di tali importi maturati al 31 dicembre 2018, € 25.739 risultano ancora da incassare al termine dell’esercizio in esame.

 

Peraltro si evidenzia che tali contributi, correlati proporzionalmente ai costi sostenuti per il progetto, sono legati ad un progetto di durata pluriennale, che troverà la sua conclusione nel corso dell’anno 2019.

 

Tenuto conto delle rettifiche operate alla originaria disciplina di cui all’art. 1 c. 125 della L. 4/8/2017 n. 124 da parte del DL “Crescita” del 23 aprile 2019, si omette l’indicazione delle somme percepite dalla Pubblica Amministrazione che non abbiano natura di sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti, e segnatamente si omette di indicare tutti gli incarichi a carattere sinallagmatico.

 

Per il 2019:

 

In relazione al disposto di cui all’art. 1, comma 125-bis, della legge 124/2017, in merito all’obbligo di dare evidenza in nota integrativa delle somme di denaro eventualmente ricevute nell’esercizio a titolo di sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti, in denaro o in natura, non aventi carattere generale e privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria di qualunque genere, dalle pubbliche amministrazioni e dai soggetti di cui al comma 125-bis del medesimo articolo, la Società attesta che figurano a bilancio € 6.247 di contributi in c/esercizio relativi al progetto Smartic, progetto finanziato dall’Unione Europea e che ha trovato la sua conclusione proprio nell’esercizio in esame. Nel corso dell’esercizio in esame risulta essere stato incassato l’intero credito per i contributi in parola, ammontante al 31 dicembre 2018 ad € 25.739

 

Si segnala inoltre che a tutto il 31 dicembre 2019 non risultano maturati, né incassati, ulteriori contributi o sovvenzioni da parte della Pubblica Amministrazione, ancorchè attività preliminari a progetti di contributo e/o finanziamento sono state già iniziate nel corso dell’esercizio, poi successivamente perfezionate nel corso del 2020.

 

Tenuto conto delle rettifiche operate alla originaria disciplina di cui all’art. 1 c. 125 della L. 4/8/2017 n. 124 da parte del DL “Crescita” del 23 aprile 2019, si omette l’indicazione delle somme percepite dalla Pubblica Amministrazione che non abbiano natura di sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti, e segnatamente si omette di indicare tutti gli incarichi a carattere sinallagmatico.

 

Per il 2020:

 

In relazione al disposto di cui all’art. 1, comma 125-bis, della legge 124/2017, in merito all’obbligo di dare evidenza in nota integrativa delle somme di denaro eventualmente ricevute nell’esercizio a titolo di sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti, in denaro o in natura, non aventi carattere generale e privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria di qualunque genere, dalle pubbliche amministrazioni e dai soggetti di cui al comma 125-bis del medesimo articolo, la Cooperativa attesta che figurano a bilancio:

 

€ 9.838 di contributi in c/esercizio erogati alla Cooperativa in forza dei vari interventi normativi correlati alla gestione dell’emergenza Covid 19 (in particolare DL 34/2020 “Rilancio”), quali contributi una-tantum ovvero quali crediti d’imposta (ad esempio contributo affitti);

€ 205 quale contributo “Bonus registratore di cassa” per l’acquisto del registratore Telematico;

€ 7.160 contributi correlati al progetto QMBAC, per la quota di competenza dell’esercizio in esame, erogato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale al fine di finanziare e incoraggiare programmi di cooperazione Italia-Francia in correlazione ad ambienti marini. Si dà evidenzia come, in relazione al sopraccitato progetto QMBAC, nell’ottobre del 2020 la Cooperativa ha ricevuto un importo di € 27.164 quale anticipo sulle quote di contribuzione ai costi attuali e futuri, per il periodo 2020-2022. Come pubblicato sul sito del Registro Nazionale degli Aiuti di Stato, l’intensità di aiuto indicato relativa a tale progetto è quantificabile in complessivi € 42.449;

Il finanziamento, più volte citato, di € 25.000 erogato da Medio Credito Centrale in accordo con il D. Liquidità e garantito al 100% dallo Stato;

un ulteriore aiuto di stato, come emergente dal sito del Registro Nazionale degli Aiuti di Stato, costituito da un contributo in c/formazione dipendenti per € 1.657,11 erogato dalla Regione Liguria nell’ottobre 2020;

Tenuto conto delle rettifiche operate alla originaria disciplina di cui all’art. 1 c. 125 della L. 4/8/2017 n. 124 da parte del DL “Crescita” del 23 aprile 2019, si omette l’indicazione delle somme percepite dalla Pubblica Amministrazione che non abbiano natura di sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti, e segnatamente si omette di indicare tutti gli incarichi a carattere sinallagmatico.

 

 

 

 

Per il 2021:

 

In relazione al disposto di cui all’art. 1, comma 125-bis, della legge 124/2017, in merito all’obbligo di dare evidenza in nota integrativa delle somme di denaro eventualmente ricevute nell’esercizio a titolo di sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti, in denaro o in natura, non aventi carattere generale e privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria di qualunque genere, dalle pubbliche amministrazioni e dai soggetti di cui al comma 125-bis del medesimo articolo, la Cooperativa attesta che figurano a bilancio:

 

Si precisa che le risorse economiche comprendono:

  • Contributi pubblici:

– € 37.531 di contributi in c/esercizio erogati alla Cooperativa in forza dei vari interventi normativi correlati alla gestione dell’emergenza Covid 19 (in particolare DL 41/2021), quali contributi una-tantum;

– € 56.248 contributi correlati al progetto QM BAC, per la quota di competenza dell’esercizio in esame, erogato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale al fine di finanziare e incoraggiare programmi di cooperazione Italia-Francia in correlazione ad ambienti marini.

 

Tenuto conto delle rettifiche operate alla originaria disciplina di cui all’art. 1 c. 125 della L. 4/8/2017 n. 124 da parte del DL “Crescita” del 23 aprile 2019, si omette l’indicazione delle somme percepite dalla Pubblica Amministrazione che non abbiano natura di sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti, e segnatamente si omette di indicare tutti gli incarichi a carattere sinallagmatico.

 

Per il 2022:

 

In relazione al disposto di cui all’art. 1, comma 125-bis, della legge 124/2017, in merito all’obbligo di dare evidenza in nota integrativa delle somme di denaro eventualmente ricevute nell’esercizio a titolo di sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti, in denaro o in natura, non aventi carattere generale e privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria di qualunque genere, dalle pubbliche amministrazioni e dai soggetti di cui al comma 125-bis del medesimo articolo, la Cooperativa attesta che figurano a bilancio:

– € 19.233 di contributi in c/esercizio erogati alla Cooperativa dal Comune di Genova in forza del cd. “Patto di Sussidiarietà”. Nel corso del 2022 e del 2021 sono stati incassati complessivamente € 11.475 di anticipi, mentre l’importo maturato per competenza, ed evidenziato a bilancio ammonta a € 19.233. Il progetto di è concluso il 30 dicembre 2022, residuano pertanto da incassare ancora € 14.427 già rendicontati.

– € 42.843 contributi in c/esercizio correlati al progetto QMBAC, per la quota di competenza dell’esercizio in esame, erogato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale al fine di finanziare e incoraggiare programmi di cooperazione Italia-Francia in correlazione ad ambienti marini. Si dà evidenzia come, in relazione al sopraccitato progetto QMBAC, nell’ottobre del 2020 la Cooperativa aveva già ricevuto un importo di € 27.164 quale anticipo sulle quote di contribuzione ai costi attuali e futuri, per il periodo 2020-2022, nel corso del 2021 altri € 22.025 e nel corso del 2022 ha incassato infine ulteriori € 22.182 per complessivi € 71.371 a titolo di anticipazioni su contributi in formazione. I contributi maturati complessivamente nei 3 esercizi ammontano a complessivi € 106.251, pertanto residua da incassare un importo di ulteriori € 34.880. Il progetto si è concluso nel corso dell’esercizio in esame;

– € 22.065 contributi in c/esercizio correlati al progetto QMNET, progetto Interreg Marittimo Europeo nato nel giugno 2022 e che si concluderà nel giugno 2023. Nel corso del 2022 la Cooperativa ha maturato contributi per € 22.065, dei quali l’ente erogatore ha già anticipato 17.850 il 30 dicembre 2022 e ulteriori € 22.065 nei primi mesi del 2023;

– € 1.870 contributi in c/esercizio correlati ad un progetto stipulato “in cordata” con altri partners con il Comune di Cogoleto (GE). La Cooperativa non ha ancora incassato alcun importo dall’ente erogatore. Il progetto è nato nel novembre 2022 e terminerà esattamente un anno dopo.

– Un contributo una tantum da FILSE per complessivi € 4.478 (contributo “digitalizzazione), incassato nel corso dell’esercizio in esame;

– Ulteriori aiuti di stato, come emergenti dal sito del Registro Nazionale degli Aiuti di Stato, costituiti da sgravi di contributi previdenziali per €25.794 (si veda dettagli nella sezione dedicata a elementi di ricavi di entità o incidenza eccezionali), da contributi per la formazione per € 9.013 e garanzie ricevute a seguito di finanziamenti Covid (intensità del contributo € 120). Detto ultimi due importi non appaiono a bilancio, in quanto trattasi di costi non sostenuti, ma se ne segnala comunque l’intensità d’aiuto;

Tenuto conto delle rettifiche operate alla originaria disciplina di cui all’art. 1 c. 125 della L. 4/8/2017 n. 124 da parte del DL “Crescita” del 23 aprile 2019, si omette l’indicazione delle somme percepite dalla Pubblica Amministrazione che non abbiano natura di sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti, e segnatamente si omette di indicare tutti gli incarichi a carattere sinallagmatico.